Pizziche e SL

Posso annunciare che ci sarà anche un gruppo di musicisti veramente bravi che suonerà Pizziche e simili!

Inoltre i lavori in per l’evento MalagAtelier in SL stanno cominciando. Chi ha un avatar si faccia avanti!

Grafici malaghensi!

il blog per MalagAtelier è abbozzato su wordpress… se qualche grafico malaghense volesse farsi carico di una grafica personalizzata e volesse spenderci un po’ di tempo… ben venga!

Chi ha proposte per un’altra immagine per la testata? Questa è un po’ autunnale…

Cosa bolle in pentola

Sto per uscire ad appendere il cartello che avvisa dell’esistenza di questo blog. Chi mi ha fatto avere la sua mail verrà anche avvisato con la posta elettronica.

Non posso raccontare subito tutto tutto. Vi accennerò solo delle cose certe:

1. Atelier di Pino Deodato aperto. Tema: Pane bianco/pane nero
2. Esposizione di Agustin Olavarria
3. Coro Ancore d’Aria in grande formazione (circa 15 coristi)
4. Streaming di riprese in diretta nel web
5. Collegamento con Second Life
6. Banchetto Mojito+crocerossa
7. Mostra di giochi elettronici d’epoca
8. Boogie Woogie

Altre cose non posso ancora anticiparle in quanto non ho potuto questo pomeriggio sentire coloro che le propongono per assicurarmi di poterle divulgare.
In ogni caso ce ne sono assai (Sound system, vintage, buffett, performance, danza, fotografia…)!!!

Non vi siete ancora organizzati? Non vi preoccupate! di spazio ce n’è e anche di tempo (se fate le cose della giusta dimensione).
Non sapete cosa fare? Volete un consiglio? Avete bisogno d’aiuto? Contattatemi oppure, meglio ancora, mettetevi d’accordo con il vostro vicino più prossimo o con qualcuno che partecipa.

Forza!

Fotografie di MalagAtelier

Qui a fianco ci sono alcune fotografie dei precedenti MalagAtelier. Se ne avete possiamo pubblicarle on line! O le pubblicate su Flickr (così le possiamo richiamare qui) oppure fatemele avere che le pubblico io.

Chiunque non volesse apparire si metta in contatto con me, rimuoverò istantaneamente qualunque immagine. Chiunque volesse apparire… si faccia avanti!!!

Cari malaghensi

Cari abitanti di via Malaga,

MalagAtelier è vicino.
Apro questo blog come strumento per raccontare quel che bolle in pentola e per raccogliere materiali che verranno e riunire quelli degli scorsi anni.
Questo blog è aperto ai vostri contributi sia come autori, sia come grafici, sia come commentatori. Scrivete scrivete e soprattutto: partecipate e MalagAtelier terza edizione!!

Intanto incollo qui sotto la lettera che la maggior parte di voi avrà ricevuto:

L’anno scorso, ricorderete bene, è stata fatta la seconda edizione di MalagAtelier, la giornata di apertura degli Atelier di via Malaga.

E’ stata una avventura funestata dalla pioggia ma infine intensa e efficace della durata di un pomeriggio e parte della sera.

Quest’anno rinnoviamo l’appuntamento consolidando la ricorrenza annuale.

MalagAtelier è un momento d’incontro tra gli abitanti della via e “pochi” amici e invitati.

Chi ha un atelier può aprirlo a chi ci visita quel giorno, chi non ce l’ha può aprire la sua casa, chi non ha uno spazio o non desidera aprire la propria porta può chiedere ospitalità a chi spazio ne ha ma non vuole mostrare nulla di sé… Chi vuole può organizzare un pranzo, o un buffet, regalare limonata o tartine su misura…

MalagAtelier significa che via Malaga si presenta come atelier di pensiero, azioni e incontri.

L’invito a chi vuole partecipare è di proporre qualcosa in attinenza con la propria attività: l’esposizione di proprie opere, l’esecuzione delle proprie musiche, danze e performance, il racconto del proprio lavoro, la proiezione del proprio corto, film, servizio fotografico, sito internet…

L’invito a chi vuole partecipare ma non sa cosa proporre è di collaborare con chi invece ne ha idea e aiutarlo nella migliore riuscita.

L’invito a chi non vuole partecipare è di lasciare che l’evento si svolga anche negli spazi comuni dei condomini e non organizzare feste in parallelo o subito successive (la stessa sera).

Non vogliamo proporre a Milano un evento, una operazione culturale, ma una sorta di festa d’incontro in cui ciascuno invita un piccolo numero di amici, parenti, organizzatori, esperti… persone con cui desidera dialogare del suo lavoro (o della vita, dei massimi sistemi…) e permettere a questi di conoscere la “strana” popolazione di via Malaga.

Come negli scorsi due anni, il tempo è poco per fare poco più che una improvvisata, ma le scorse due edizioni ci hanno insegnato che chi ha voluto creare un buon momento di incontro è riuscito ad essere efficace (anche a dispetto della pioggia).

Potrà andare bene se ciascuno saprà comunicare bene le proprie intenzioni e organizzarsi al minimo: non pensate grandi cose, ma piccole ed efficaci.

Per aderire, aiutare ad organizzare e per comunicare le proprie idee contattatemi al più presto: tcorrealeattiscalidotit

p.s.

Diffondete la notizia! Grazie