Supersette in arrivo!

Ho compilato la prima versione del programma. E andiamo bene. Almeno 18 posti aperti!! Con molte persone in più che mostrano e fanno qualcosa!

Andate a cercarvi nell’elenco.

– Se non ci siete e dovreste esserci, scrivetemi subito! Ho avuto qualche problema alla posta proprio in questi giorni e qualche mail l’ho vista solo stasera.

– Se non ci siete e non dovreste esserci, state tranquilli.

– Se ci siete ma volete apparire in modo diverso (altri nomi, altro titolo, altri orari ecc…) ditemelo che correggo

– Se scoprite che manca qualcuno che vorrebbe esserci ma non c’è ditegli di mettersi in contatto con me SUBITO (ma non stanotte).

A presto!

MalagAtelier 7

Siamo a sette. Sette MalagAtelier. Lo penso come tema dell’edizione di quest’anno: “SETTE”.
Sabato 2 giugno 2012, nel pomeriggio.

Sette è un numero felice
Sette è numero primo
Sette i giorni della settimana
Sette le scarpe di ferro consumate nelle fiabe
Sette i Peccati Capitali
Sette le Virtù
Sette sono i colori dell’arcobaleno
Sette le Grandezze Fisiche
Sette le Unità Fondamentali
Sette i cieli dell’antichità
Sette le stelle delle Pleiadi
Sette gli antichi mari
Sette le isole maggiori delle Eolie, delle Canarie e dell’arcipelago della Maddalena
Sette sono le ossa del tarso nel piede umano
Sette le vertebre cervicali
Sette i bracci del candelabro ebraico Menorah
Sette sono gli attributi fondamentali di Allah
Sette sono gli Dei della felicità e della fortuna del buddhismo e dello shintoismo
Sette sono i doni dello Spirito Santo nel Cristianesimo
Sette le piaghe d’Egitto
Sette sono i Sigilli la cui rottura annuncerà la fine del mondo
Sette erano i veli della danza di Salomè
Sette i principali chakra
Sette le vite del gatto
Sette sono le chiavi musicali

Ma tanti altri se ne potrebbero aggiungere di sette.

Aprite il vostro spazio il 2 giugno 2012 per parlare d’arte o della vostra attività. Fate una festa privata, un convivio con persone che vorreste ci fossero, invitate personalmente da voi, cui chiedere o raccontare o mostrare. Accettate il curiosare degli invitati delle altre “feste”. Alla fine sarà MalagAtelier, giornata di apertura degli spazi in via Malaga.

Ci siamo quasi

Manca veramente poco.

Ho appena inserito il programma quasi definitivo. Siamo a 16 luoghi, dove in molti casi vi sono più cose insieme.

Non siamo pochi, non siamo tutti, vecchie conoscenze, visi nuovi. Desideri. Soddisfazioni.

La pioggia non ci spaventa ma giriamo con le dita incrociate. Sotto l’acqua si fatica un po’ di più e vengono meno persone, ma l’esperienza (le prime edizioni, che si svolgevano a maggio, sono state tutte bagnate) ci fa sostenere che è possibile passare una bella giornata anche con il brutto tempo.
E poi non è ancora detto: le previsioni continuano a cambiare.

Quindi:
Leggetevi il programma provvisorio quasi definitivo
Qualcuno ancora manca all’appello delle conferme ma non dispero
Se conoscete qualcuno che è indeciso convincetelo a unirsi al gruppo
Se conoscete qualcuno che non ama MalagAtelier, convincetelo a pazientare per un giorno (all’anno)
Se conoscete qualcuno che vuole fare una festa che non ha nulla a che fare con lo spirito di MalagAtelier, convincetelo a cambiare data

Forza, giraffe dal collo curioso, correte per via Malaga e mostrate le vostre altezze!

Altri arrivi

Cari Malaghensi, mi giungono adesioni da nuovi arrivi e conferme di aficionados. Lunedì farò un nuovo post con il programma aggiornato. Affrettatevi a farmi sapere della vostra adesione, in modo che possa inserirvi nella famosa mappa che il giorno stesso permetterà a tutti di scoprire ogni spazio aperto. Mi servono i vostri nomi, gli orari di apertura (se non state aperti tutto il tempo) oppure gli orari di una eventuale esibizione (ci sono cori e musici che avranno un orario specifico per non accavallarsi), il vostro sito web o la vostra mail se vorrete comunicarla a tutti, eventuale titolo.
Scaricatevi l’immagine della giraffa se volete inviarla via mail, oppure chiedetemela che ve la invierò (sempre via mail).
Postate commenti qui per avvisare tutti di cosa farete, scrivete sulla pagina di facebook, iscrivetevi al gruppo di Flickr, mandate twitter con l’hashtag #malagatelier.
Yep!

Le giraffe di via Malaga

Come potete vedere qui sotto (caricato anche nel gruppo di Flickr) spunta un collo di giraffa in un paesaggio urbano.

Ora che hanno abbattuto tutti gli alberi sulla massicciata (anti-zingarata? pulizia? norme di sicurezza?) si vedono i tetti di via Malaga fin da viale Cassala.
Tra le interpretazioni della parte più alta del proprio studio e la desertificazione, passa un treno in corsa. L’unica cosa che resta uguale a se stessa, seppur in lento e inesorabile degrado, è la torre dell’acqua.
Così mi viene da pensare che tra il treno che corre e la torre immobile le migliori improbabilità possono accadere.

Voi che giraffa portate?

Flyer di MalagAtelier 2011
Flyer di MalagAtelier 2011

Spuntiamo come funghi di primavera

Ecco, ci si avvicina alla data. Comincio a girare per via Malaga bramoso di incrociare sguardi per chiedere “ci sarai? farai qualcosa?” e un po’ di risposte positive arrivano.

Qui in fondo al 6 come tutti gli anni ci sarà un po’ di concentrazione di cose: l’associazione 2lifeCast parlerà e mostrerà il suo lavoro di progetti intermediali; Atelier2 studio d’architettura, presenterà i progetti di quest’anno; Maria Luisa Grimani mostrerà qualche nuova opera d’arte; infine la Fondazione Giannino Bassetti stavolta avrà più spazio, per porter raccontare che cosa fa, incontrarsi con quelli che da molti anni la seguono leggendo il suo sito.

Ai fianchi, due pilastri di MalagAtelier: Pino Deodato, che aprirà come sempre il suo spazio con alcune sue nuove opere e Agustin Olavarria che farà fare qualche gioco di disegno murale ai bambini malaghensi.
Lo studio Volpe aprirà come tutte le ultime edizioni e vicino a lui ci sarà Ivana Marangoni con la sua Cucina di Gusto e di Salute e molto probabilmente anche qualcun altro di cui sto attendendo conferma.

Sempre al 6 Antonio Lo Torto, anche lui un “aficionado” di MalagAtelier, terrà un seminario di fotografia (occasione da non perdere) e poco vicino a lui, Valentina e Selina apriranno il loro nuovo studio NoMade architettura e interior design e Michele Novaga (gli anni scorsi presente con fotografie, banchetti della Croce Rossa e ospitalià di artisti ecc ecc) presenterà Camera Chiara.

Al 4 attendo altre adesioni, resta sempre la partecipazione di Clelia Moretti e Pietro Bologna, quest’anno con qualcosa di musicale. Ritorna la partecipazione di Monika Varga che, come qualche anno fa, aprirà il suo atelier di tessuti. Sempre nel 4 probabilmente il gustoso accostamento di miele e abiti vintage.

Questo a un primo giro di appello (e mancano un po’ di cose ancora non definite), voi che fate?

Si, MalagAtelier 2011

Si. Facciamolo ancora!

Sabato 11 giugno 2011 nel pomeriggio.

MalagAtelier 2011. Una giornata di feste private a tema Arte e Artigianato in via Malaga.

Cominciate a pensarci. Cosa fare? Come fare? Con chi?
Pian piano capiremo. Da oggi si comincia a preparare. Chiedete a chi c’è già stato, chiedete anche a me che scrivo, coordiniamoci per la giornata che vede via Malaga unita e aperta come agli inizi.

MalagAtelier 2010 feedback

Ringraziamo tutti i malaghensi che hanno partecipato alla giornata! Sia coloro che si sono attivati per renderla così piacevole, sia coloro che l’hanno goduta.

Secondo tutti quelli che ho sentito fin’ora, è stato un successo con un livello di piacevolezza molto elevato. :-)!

Penso anch’io che sia stata una ottima edizione.

E’ difficile avere una visione complessiva ora. Sto cercando di raccogliere le impressioni generali. So che ci sono sempre cose da migliorare ma ce ne sono altre che certamente hanno funzionato bene.

Per favore passate di qui a raccontarmi la vostra visione. E per “di qui” intendo qui come commento a questo articoletto, oppure qui nel mio studio al 6, da dove sto scrivendo, per due chiacchiere. Ogni osservazione serve per l’anno seguente.

Non dimenticate di farmi avere qualche foto, o, meglio ancora, di inserirla nel gruppo in Flickr.

Io mi sto segnando alcuni appunti.

—-

GRAZIE!!!

Chi ci sarà – parte 4 ultimi arrivi

Allora ci siamo!

Guardate il programma definitivo (anche se in corso magari si aggiungerà ancora qualcun altro) e la mappa nel gruppo Flickr (qui a fianco).
In caso di pioggia… si fa lo stesso!! Ci si arrabatta con i posti al chiuso disponibili.

Ieri sera si sono aggiunti:
Michele Novaga, che è riuscito in zona Cesarini a liberarsi da un impegno lavorativo e farà da imbonitore davanti alle sue fotografie.
Le ragazze di Trans-For-Me sono apparse e hanno cominciato a preparare il loro spazio per una  “vendita speciale” dei loro “Arredi in trasformazione”.
Sergio Peta apre il suo giardino per ospitare le fotografie di Patrizio Nesi dal titolo “Rose, papaveri e ospiti di passaggio…” (per altre info visitate il suo sito) e ai prodotti artigianali di qualità, unici e originali de l’Officina creativa, “Idee fatte a mano”, creazioni esclusive in cui si fondono oggetti, colori, profumi e sensazioni.

A fra poco!

Chi ci sarà – parte 3

Continuo con le piccole presentazioni di cosa e chi ci sarà in via Malaga domani (!) pomeriggio.

in ordine sparso metto davanti due eventi di artisti così giovani da essere bambini:
Paolo
esporrà i suoi aeroplanini di carta frutto di un anno di attesa del MalagAtelier.
Lea, Noa
e Teresa faranno esplorazioni stenopeiche per via Malaga al mattino, per esporre nel pomeriggio le loro realizzazioni.

Miil con un accostamento curioso, espone i suoi gioielli e presenta i suoi biscotti per cani.

Altri gioielli si troveranno in un altro “agglomerato” di esposizioni: saranno quelli di Azra Kamrava affiancati dai dipinti di Clara e Giada Poggi (“ritratti di uomini e animali”) e dalle sculture di Jerry. Il tutto condito con “La Ricreazione – Cucina di Gusto e di Salute” di Ivana Marangoni, architetto del gusto, che proporrà la degustazione dell’Acqua di Leonardo (dalla ricetta che Da Vinci ha scritto nel Codice Atlantico).

Poco distante altri due spazi espositivi:
Erkan Coruh & William Eros Maddaloni
apriranno ai visitatori la loro fashion showroom e l’Associazione Culturale Good Design esporrà i suoi Poster Sociali 50×70.

In un angoletto nascosto, e solo su prenotazione, dalle 16 alle 19 Cristina Rolfini farà massaggi per il benessere e il sostegno della persona (le prenotazioni presso il mio studio a cominciare dalle 15).

Questo è quanto fino ad ora.
Non è escluso, anzi è molto probabile, che qualcuno si unisca all’ultimo minuto, che il programma cambi un pochino… stiamo cercando di realizzare come gli altri anni la mappa da esporre all’ingresso dei due numeri civici (4 e 6) e di fare delle fotocopie del programma da distribuire… ma il tutto temo che sarà pronto solo pochi minuti prima delle 15.00 di domani.

Quindi, chi ancora manca si faccia sentire e non tema: non è mai troppo tardi!