Categoria: Organizzazione

MalagAtelier 9, prima riunione organizzativa

Ieri sera, nella bella sede di Fishbonecreek abbiamo fatto la prima riunione organizzativa di quest’anno per la nona edizione del MalagAtelier!
Attorno al tavolo da ping pong allestito per un aperitivo, tra pizze, pizzette, focacce, e tanto spritz abbiamo tracciato le prime necessarie linee operative.

La data, bellissima, è stata posticipata rispetto alle precedenti edizioni, al 21 giugno.
Proviamo a vedere come funziona: è una notte “quasi magica”, la notte seguente a quella del solstizio (che accade tra il 20 e il 21). Ci permetterà di avere più luce, più caldo (leggi: speriamo meno pioggia), un po’ più tempo per prepararci. Al contempo si allontana dalla fine delle scuole e la sezione dei più giovani potrebbe avere qualche difficoltà (ma già progetti aleggiano nell’aria).

Gli orari: a gran voce si è voluto spostare l’orario sul tardi, dalle 17 all’una di notte. Speranzosi di non dare più fastidio ai non festeggianti di quanto accada nelle normali notti primaveril-estive in Malaga, sappiamo anche che molti atelier necessitano di buio per mostrare al meglio le loro realizzazioni.
Abbiamo poi parlato della difficile gestione della vendita di generi vari: rimane l’unica “regola” di non fare mercato dell’elemento d’ospitalità. Cibo e bevande fanno parte dell’accoglienza degli amici che andremo ad invitare, quindi non si fanno pagare. Se si vuole vendere qualcosa, sia parte del nostro mestiere (come esempio: un produttore di miele potrà venderlo, un grafico non può vendere le cose della sua cantina).

Linea guida: tutto è modificabile secondo buon senso e condivisione della scelta.

Si è parlato anche della musica con tante ipotesi e con una indicazione: normalmente alla fine della giornata ci si ritrova in un unico luogo per un concerto. Se i musicisti avessero a che fare direttamente con via Malaga (abitanti o ex abitanti) sarebbe preferibile.

… dimentico qualcosa?

Quindi… alla prossima serata (che sia piacevole, accogliente e produttiva come questa).

ps. grazie a Fishbonecreek e allestimenti d’idee per l’ospitalità!