Indicazioni generali

Cari Malaghensi,

molti di coloro che hanno partecipato alle scorse edizioni, stanno confermando la loro presenza anche quest’anno. Qualcuno purtroppo sarà impegnato per lavoro e non potrà esserci. Dal civico 4 arrivano nuove adesioni e questo mi fa sperare che pian piano MalagAtelier si diffonda sempre più uniformemente su tutta via Malaga.

Avrei la necessità di fare una proposta a tutti e insieme di ricordare alcune indicazioni:

La proposta è quella di scegliere nel pomeriggio o nella sera un momento in cui “chiudere” il proprio spazio (mettendo un cartellino che avvisa che si è via solo momentaneamente) per accompagnare i propri ospiti a vedere gli altri atelier.
Perché questo?
Perché uno dei motivi per cui MalagAtelier è nato è proprio quello di permettere di scoprire cosa fanno gli abitanti di via Malaga ai malaghesi stessi, in modo che si possa dire “si sta bene in via Malaga perché siamo tutti gente creativa” non per sentito dire, ma perché si sa bene cosa fanno gli altri. E magari scoprire che possono nascere collaborazioni e attività congiunte, o anche solo scambi di conoscenza.
Portare i propri amici a vistare gli altri posti poi permette anche un ulteriore crescita di conoscenze.
Gli scorsi anni è capitato a tutti di arrivare alla fine della giornata accorgendosi che, presi dalla propria feta e dai prori ospiti, non si erano visti gli altri spazi, atelier, installazioni…
L’anno scorso abbiamo provato a dare degli orari di appuntamento in cui trovandosi lì l’ospite raccoglieva un po’ di gente insieme per raccontare un po’ della propria attività, mostrare il proprio pezzo… ma l’impossibilità di seguire tutti gli appuntamenti ha creato un po’ di frustrazione. Così quest’anno proviamo la cosa inversa.
Ovviamente invece, chi ha un pezzo di danza o un performance o comunque un evento specifico da mostrare dovrà comunque comunicare l’orario in cui lo farà… e chi ci sarà vedrà.

Ecco le indicazioni:

ogni anno preparo una mappa di via Malaga in cui segno chi, dove e quando.
Per cui mi sarebbe molto utile sapere:
1. Il nome da mettere (il proprio personale o dello studio…)
2. un titolo (o nome) del proprio evento/atelier
3. eventuali orari di accadimento (tipo: a quest’ora faccio questo, parlo di questo…) (non obbligatorio)
4. dove è posizionato in via Malaga il proprio spazio, il più precisamente possibile

La mappa sarà appesa in grande nei due ingressi e distribuita in qualche copia (in formato a4) a tutti i partecipanti, in modo da poterla dare ai propri ospiti (è gradita una offerta fotocopie).

5. Come avrete notato ogni tanto aggiorno il sito. In questi giorni inserirò i nomi e le info di chi aderisce, se mi fate avere un po’ di descrizione o una mini presentazione la pubblico.

Infine devo ricordare alcune regole-richieste che quest’anno si sono fatte un po’ più pressanti:

per la musica: accordarsi con me e con i propri vicini. Preferibile evitare i djset

per il cibo e le bevande: MalagAtelier è un insieme di feste private: pensare a qualcosa da offrire. Non si vendono cibo e bevande.

Orari: alle 22 finisce ufficialmente la festa, forse ci si ritroverà da qualche parte per una jam-session o un concerto acustico. L’inizio generale è alle ore 15.00. Però alcuni cominceranno prima e altri dopo… basterà comunicarlo.

Altre feste: chiediamo che non si svolgano feste in parallelo o a seguire che non facciano parte della giornata MalagAtelier.